Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

SOSTIENI IL FESTIVAL sitoSe come noi ami il Parco di Monza, la natura e la cultura, sostieni il Festival con un contributo, anche piccolo. È facile e veloce, clicca qui.

 

campsirago

Pleiadi e Campsirago Residenza

Per l’edizione 2020 del Festival del Parco di Monza Campsirago Residenza e la compagnia Pleiadi propongono un’esperienza video inedita e creata appositamente per il festival in forma digitale. 

A partire dalla performance esperienziale Alberi maestri, prodotta da Campsirago Residenza nel 2019, è stato realizzato un video che conduce gli spettatori alla scoperta dei monumentali alberi dei Giardini della Villa Reale di Monza, attraverso lo sguardo dei ragazzi dell’Istituto Nanni Valentini di Monza. Un percorso video d’incontro con il mondo degli alberi, con la sua stupefacente esistenza, complessità, incredibile intelligenza di comunità. Il pubblico scoprirà come gli alberi percepiscano, comunichino, agiscano, soli e insieme in rete. La lente che accompagna gli spettatori nel mondo arboreo dei Giardini è quella dell’esperienza che hanno vissuto i ragazzi partecipando a una settimana di formazione di teatro nel paesaggio condotta dal regista Michele Losi, dagli artisti olandesi Sjoerd Wagenaar e Merel van Dijk e dal sound designer Diego Dioguardi. Un incontro empatico con gli alberi, un’esperienza emozionale e sensoriale con i grandi giganti che vegliano sulla villa. Le riprese della videomaker Luana Giardino e dei ragazzi catturano dettagli, sfumature, particolari, radici, foglie, chiome, animali. Percorrendo insieme ai ragazzi il parco, il pubblico sarà condotto alla scoperta del mondo sotterraneo delle radici, della resistenza delle cortecce, della caducità delle foglie. Parola, suono, cammino e contatto con gli alberi si fondono in un percorso video che porta a un’intensa esperienza poetica, sonora e visiva nel paesaggio.

Riprese, suoni e testi sono stati scritti da e con  gli studenti del Liceo Artistico Statale della Villa Reale di Monza “Nanni Valentini” durante cinque giorni di laboratorio  tra il 13 ed il 18 ottobre 2020

condotto da Michele Losi, Merel van Dijk, Sjoerd Wagenaar. Diego Dioguardi, Luana Giardino

studenti: Matilde Adami, Vittoria Agostinelli, Viola Balboni, Denise Bosco, Giada Anna Buratti, Sofia Colao, Guia Colombo, Emma Conca, Ilaria Carlotta Crippa, Costanza Maria Francesca, Giulia Fumagalli Bedoni, Matilde Galbiati, Sofia Gant, Alessandro Gardoni, Alessia Girardi, Aurora Laurino, Lucrezia Mattioli, Serena Mazzeri, Gaia Meroni, Giulia Peschini, Isabella Ponti, Alessia Soto Reynoso, Oscar Signorin, Carlotta Steriti

docenti: Patrizia Simonelli, Makio Manzoni, Dina Calabrò, Anna Sicilia

una produzione di: Festival del Parco di Monza, Pleiadi - Campsirago Residenza, Liceo Artistico Statale della Villa Reale di Monza “Nanni Valentini”, D:DNA

 

 

Pleiadi è un progetto di produzione aperto e multidisciplinare che prende vita nel 2015 dall’esperienza teatrale di Michele Losi, regista, Diego Dioguardi, sound designer e musicista, Stefania Coretti, costumista e scenografa. Pleiadi collabora con artisti di diversa provenienza per creare arte anche per coloro che non sono soliti frequentarla: per chi, ad esempio, a teatro non è mai entrato o ha smesso di entrare.Il collettivo è composto da un gruppo di artisti che, a seconda del progetto, collaborano tra loro e insieme ad altri attori, performer, musicisti, danzatori, artisti visivi. Questo consente agli artisti di Pleiadi di indagare anche ambiti creativi solitamente meno frequentati. Un grande amore per i classici accompagnato da tensione e curiosità verso le nuove sensibilità del teatro e della performing art porta Pleiadi a produrre azioni site-specific, alla scoperta di spazi performativi non convenzionali e dei loro delicati e inaspettati equilibri. Ogni luogo chiama creazioni differenti ed ogni lavoro muta a seconda delle influenze ricevute dai luoghi stessi, urbani o naturali che siano, e da chi li abita. Il corpo, centro della ricerca, insieme a suono, immagini, video e luci concorre alla creazione di un’esperienza artistica completa, in cui il pubblico viene reso partecipe dell’azione performativa.

Campsirago Residenza è un centro di ricerca e di produzione teatrale fondato nel 2008. A partire dal teatro, esplora i linguaggi del contemporaneo e la multidisciplinarietà nella relazione tra artista, spettatore e paesaggio. Fanno parte di Campsirago Residenza le compagnie ScarlattineTeatro, Pleiadi, Riserva Canini e Stradevarie, ognuna contraddistinta da una propria peculiarità artistica e poetica.