Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

SOSTIENI IL FESTIVAL sitoSe come noi ami il Parco di Monza, la natura e la cultura, sostieni il Festival con un contributo, anche piccolo. È facile e veloce, clicca qui.

 

Santa Maria delle Grazie Monza 01

Il convento francescano e la chiesa della Madonna delle Grazie furono costruiti, tra il 1463 e il 1467, sulle rive del Lambro. Gli operosi frati minori osservanti aggiunsero al convento una filanda e la comunità crebbe nel corso dei secoli, fino alla soppressione napoleonica. I frati tornarono nel sito a partire dal 1930 e restaurarono l’intero complesso. La visita consentirà di ammirare la chiesa, la pala dell’Annunciazione, l’altare realizzato dell’architetto Muzio, i locali della filanda, i chiostri, i terreni annessi, il refettorio e lo scalone, che conservano cicli ad affresco, pitture e opere d’arte moderna.

Le visite inizieranno con una breve introduzione musicale: sabato 26 settembre di Raffaele Kohler, tromba, e sabato 3 ottobre Roberto Zanisi, percussioni (in collaborazione con Musicamorfosi)

Indirizzo: Santuario Santa Maria delle Grazie via Monte Cassino, 18 Monza
Data Sabato 26 settembre e sabato 3 ottobre Ore 10.00, 11.00, 15.00, 16.00, 17,00
Durata visita 60 minuti
Evento gratuito

ticket Prenotazioni sul sito di Ville Aperte 2020

(Foto tratta da Wikipedia)

 


IMG 1115 210919 LACinFesta Ph MauAnd 1 lowRaffaele Kohler, il trombettista che a Milano durante il lockdown suonava O mia bela madunina dalle finestre di casa sua e che è stato ripreso in servizi giornalistici di tutti i paesi del Mondo accompagna con la sua tromba magica e simbolica in piccolissimi frammenti di concerto. 

sabato 26 settembre ore 10-11-15-16-17

 

 

MG 2415 copyRoberto Zanisi cumbus, bouzuki, steel pan e altre percussioni. Imbraccia strumenti a corda come il cümbüş turco il bouzuki greco, lo cifteli albanese, percuote strumenti a percussione come l’arabo dumbek o crea melodie cromatiche con lo steel pan di Trinidad e Tobago, usa la voce e percorre generi di ogni parte del mondo, rimescola tutto secondo un gusto molto personale. Una musica libera di viaggiare e farvi viaggiare oltre ogni confine.

sabato 3 ottobre ore 10-11-15-16-17

 

a cura di Saul Beretta / Musicamorfosi